3 aprile 2015

Quali cibi fanno bene al nostro cuore? Cosa dovremmo introdurre nella nostra alimentazione per proteggere il cuore? Alcuni suggerimenti davvero importanti arrivano dal Physicians Committee for Responsible Medicine, un comitato di medici che mette al primo posto l’etica nello svolgimento della professione e la salute dei pazienti. Le malattie cardiache, a parere degli esperti, possono essere oggetto di prevenzione e possono andare incontro ad una regressione grazie ad una dieta basata su cibi vegetali, integrali e salutari. Le abitudini alimentari, lo stile di vita delle persone giocano un ruolo davvero importante! Ecco allora l’avvio dell’iniziativa Eat RED for American Heart Month. E’ stata proposta a febbraio, che negli Stati Uniti è il “Mese del Cuore”. Per il mese da dedicare alla prevenzione delle malattie cardiache, il comitato di medici ha messo a punto una lista di cibi rossi che fanno bene al cuore. Gli esperti in questa occasione sottolineano che, mentre la carne rossa può aumentare il rischio di malattie cardiache e cardiovascolari, esistono cibi vegetali di colore rosso che possono davvero aiutarci a mantenere il nostro cuore in salute. In particolare hanno individuato 3/4 principali cibi rossi che fanno bene al cuore. 

1) Amarene – Vitamina A 

Amarene, approfittiamone quando sono di stagione. Le amarene sono benefiche per il cuore grazie al loro elevato contenuto di vitamina A. Una tazza (1 cup americana contiene 240 ml d’acqua) di amarene apporta il 39% del nostro fabbisogno giornaliero di vitamina A. 

2) Pomodori – Licopene 

I pomodori contengono un elevata quantità dilicopene, un potente antiossidante considerato utile dai medici e dalla scienza per proteggere il cuore e l’apparato circolatorio e per prevenire le malattie cardiache e cardiocircolatorie. Mangiare pomodori e alimenti a base di pomodoro riduce il rischio di ictus. Lo dice una ricerca pubblicata ieri su Neurology, condotta dagli scienziati dell’Università della Finlandia orientale. E il merito sarebbe di una sostanza antiossidante contenuta in essi, il licopene. Quando i ricercatori hanno esaminato solo gli ictus causati da coaguli di sangue, i risultati sono stati ancora più netti. I soggetti con i più alti livelli di licopene presentavano il 59 percento in meno di probabilità di avere un ictus rispetto a quelli con i livelli più bassi. 


3) Lenticchie rosse – Proteine 

Le lenticchie rosse vengono indicate dagli esperti come una ricca fonte di proteine. Una tazza (cup americana) di lenticchie rosse contiene 18 grammi di proteine. Gli esperti propongono le lenticchie rosse, e i legumi in generale, come valida fonte di proteine di origine vegetale in sostituzione della carne. 


4) Barbabietole rosse

…e qui la nostra regione ne ha di buonissime! Le barbabietole rosse, o rape rosse, contengono betaina, una sostanza considerata utile per proteggere i vasi sanguigni dalle placche che possono ostruire le arterie e creare gravi problemi cardio-circolatori. La barbabietola rossa è un tubero che dovrebbe occupare un posto di primo piano sulle nostre tavole. Invece questo ortaggio, dal caratteristico colore intenso e dall’aspetto non proprio invitante, viene spesso dimenticato… Errore!!! Vediamo allora quali sono le caratteristiche ‘speciali’ della barbabietola rossa, un tubero che è considerato un vero e proprio concentrato di sostanze benefiche dato che contiene: 

  • Fibre solubili e insolubili, utili all’intestino, a tenere sotto controllo il livello di zucchero nel sangue e il colesterolo. 
  • Sali minerali come ferro, sodio, potassio, calcio, magnesio e iodio. La rapa rossa è indicata quindi in tutti i casi in cui ci sia esigenza di remineralizzare l’organismo. 
  • Vitamine del gruppo B come B1, B2, B3 e B6, utili a rafforzare il sistema immunitario, il sistema digestivo e ad attivare il metabolismo cellulare; e folati, essenziali durante la gravidanza e non solo… dato che concorrono alla produzione dei globuli bianchi e rossi, del materiale genetico e altro. 
  • Vitamina C (nel tubero) e A (nelle foglie). 
  • Antocianosidi, ovvero antiossidanti. 
  • Tanta acqua! Ogni rapa è composta dall’91% di acqua! Ottima soluzione quindi per contrastare la ritenzione idrica. 

C’è da considerare poi che le barbabietole rosse contengono poche calorie e sono quindi particolarmente indicate per chi sta seguendo una dieta. L’apporto calorico è di sole 20 Kcal per 100 grammi e, grazie alla presenza di fibre, tendono a riempire e saziare………. Non so VOI, ma a me è venuta una voglia di insalatona gigantesca (ci mettiamo anche le carote? sono arancioni però…. ma si! dai!)…….naturalmente questi doni (insomma! ora un po’ cari!) della natura, sono alcuni esempi …. sbizzarritevi a trovarli, capirli e MANGIARLI! 

Da @claudiocasieriperamicidicuore

Ridimensiona i Font
Contrasto