….e allora stasera parliamo del colore ARANCIONE! Una caratteristica fondamentale di un corretto programma nutrizionale è la presenza di piatti multicolore. C’è molta differenza nel trovarsi davanti ad un piatto mono o bicolore (bistecca che per altro non mangio! e insalata verde) ad una portata variopinta, l’umore cambia, si mangia più volentieri e l’alimentazione corretta non è più vista come una privazione, ma come la scoperta di nuovi e appetitosi piatti. Può sembrare strano, eppure è così, come si suol dire: anche l’occhio vuole la sua parte; ma questo è soltanto uno dei tanti aspetti che si nascondono dietro il colore degli alimenti. Il colore è vibrazione, assumerne nell’alimentazione una combinazione dei cinque colori è assolutamente terapeutico, stimolante e salutare. A dare il colore ANTI TRISTEZZA per eccellenza sono leutina e zeaxantina, due sostanze antiossidanti che rinforzano la vista. Gli alimenti giallo-arancio (limoni, pompelmi, arance, peperoni, melone, ananas, prugna gialla, banana, oli vegetali, mais, zucca, albicocca e pesca) sono più ricchi di vitamina C che rafforza le difese del sistema immunitario e ha un effetto depurativo su 

tutto l’organismo. Contengono inoltre carotene che protegge le cellule dall’invecchiamento. La voglia che ci prende di mangiare un cibo piuttosto che un altro, è determinata in gran parte dal colore, e ricerche fatte nell’ambito della psicologia sperimentale hanno dimostrato quanta importanza abbiano i colori nell’influenzare il nostro comportamento alimentare. A livello psicologico la loro percezione comporta differenti stati dell’umore: il rosso spinge al dinamismo, il verde alla tranquillità, il nero al pessimismo, il giallo all’allegria e via dicendo. In accordo poi con quelli psicologici, i colori indurrebbero anche degli effetti sulla fisiologia: il giallo sarebbe uno stimolante dell’apparato visivo, l’azzurro diminuirebbe il ritmo respiratorio e la pressione sanguigna, il verde dilaterebbe i capillari inducendo un effetto sedativo, il rosso aumenterebbe la tensione muscolare. L’ARANCIONE è il risultato della mescolanza fra il rosso e il giallo. E’ legato all’energia fisica e mentale, all’attività e alla creatività. L’arancione stimola l’indipendenza e la fiducia in sé stessi, liberando dalle paure, dalle frustrazioni, dalle inibizioni e dai condizionamenti, ed è efficace in caso di depressione. LO SAPEVATE CHE:………In Cina, è considerato un colore portatore di buona fortuna, capace di favorire la concentrazione mentale; i monaci buddisti, proprio per facilitare il distacco dalle passioni terrene e carnali, indossano un saio di colore arancio….( Si! Ma voi non distaccatevi troppo da queste passioni eh?). Nella cultura indiana, è associato al II chakra, Swadhisthana punto dove non a caso risiede il Ki, l’energia vitale. Nella cromoterapia, l’arancione aiuta ad assimilare i sentimenti negativi e a fare i conti con gli eventi traumatici dell’esistenza come la perdita di una persona cara o la fine di una relazione. Inoltre, è indicato quando ci si sente bloccati, ad un punto fermo della propria vita e si ha paura di affrontare i cambiamenti necessari per lasciare il passato alle spalle e guardare al futuro. L’azione associata a questo colore è l’espansione, intesa come apertura alla vita. A livello fisico, stimola la respirazione profonda, aumenta la pressione arteriosa e ricarica chi si sente stanco. Agisce sull’intestino pigro, combatte lo stress e favorisce la circolazione. Ottimo per l’asma allergica. Gli alimenti di colore arancione come arance, cachi, carote, caviale arancione, clementine, lenticchie arancioni, mandarini, mango, melone, nespole, paprica, pesca, zafferano, zucca, sono associati alla salute e alla vitalità, e soprattutto alla vitamina C che ha un ruolo fondamentale per il benessere immunitario,…… CONVINTI spero! e domattina alziamoci 10 minuti prima del solito e gustiamoci una bella e buona spremuta di arance o un buon frullato di carota limone arancia e qualche mandarino (ma sbrigatevi che questi ultimi stanno finendo!). 

Da @claudiocasieriperamicidicuore